Cuddure e cuddureddi di Pasqua – una domenica in campagna

L’arrivo della Pasqua nelle case siciliane coincide con la riscoperta di numerose tradizioni culinarie, sulle tavole non puo’ certamente mancare la classica “cuddura“, conosciuta in ogni zona della Sicilia sotto vari nomi, quali pupu ccu l’ova, aceddu ccu l’ovu, palummedda, panaredda, Ciciuliu. Questo dolce nasce per creare momenti di riunione, aggregazione e condivisione. Infatti, per la sua preparazione, ci si riuniva ed ognuno aveva diversi compiti…chi si occupava dell’impasto – fatto di farina, zucchero, lievito e aromi –  chi della forma, chi delle decorazioni.

Era questo il dono che si scambiano per Pasqua i nostri nonni. All’epoca, infatti, non esistevano le uova di cioccolato ed i bambini ricevevano sempre delle uova ma sode, inserite all’interno di un dolce di pasta.

In realtà, la Cuddura cu l’Ovu, veniva regalata non solo ai bambini ma anche ad amici e parenti e in base al “ruolo” che la persona aveva il dolce aveva forme e decorazioni diverse e anche il numero di uova era diverso, quindi al fidanzato andava quello a forma di cuore con 9/11 uova, alla suocera quello con 7 uova, ai cognati con 5 e così via. Più uova c’erano e più la persona in questione era ritenuta importante.

Oggi purtroppo si è persa la tradizione di preparare i “Cudduru cu l’ova” tutti insieme in famiglia ma seguendo la ricetta e con un pò di creatività e manualità è davvero facile realizzarle.

Per questo motivo il 7 Aprile realizzato una domenica in campagna in tema Pasquale in cui impareremo a realizzare le Cuddure di Pasqua e scopriremo il sapore autentico della cucina del contadino,  a farci compagnia ci saranno gli asinelli dell’ Azienda Agricola Arena. 
Una boccata di puro ossigeno: una passeggiata tra i campi e l’incontro diretto con gli animali sono l’occasione per insegnare a grandi e piccini i valori della Natura e delle tradizioni siciliane.

Nell’evento Cuddure e Cudduredde – Una domenica in campagna trovate il programma dettagliato e i costi.  È necessaria la prenotazione entro 3 Aprile, numero di posti limitato.

Per informazioni e prenotazioni 347 5013710 – 393 9015450 (Gusto di campagna)